A Vallerano il 29 agosto, l’VIII^ edizione della “Notte delle candele”

lunedì, 24 agosto 2015

Saranno oltre 100.000 le candele, il doppio rispetto all’edizione del 2014 e ravviveranno la celebre Notte delle Candele organizzata a Vallerano, nel cuore della Tuscia il prossimo 29 agosto.
La novità di quest’anno anche una speciale APP per smartphone con tutti i luoghi e gli eventi in programma

notte_candele_app

All’interno del festival Piccole Serenate Notturne, qui giunto alla sua quindicesima edizione, l’evento conclusivo della rassegna con una manifestazione particolarissima che richiama centinaia di visitatori da ogni parte d’Italia.

La “Notte delle Candele”  sarà una serata improntata alla valorizzazione del territorio, vi saranno iniziative culturali in ogni angolo del borgo medievale, tutto alla luce naturale di piccoli ceri lungo vicoli, cortili, piazze, chiese e monumenti storici.

Per la festa del 2015 sono previste circa 100.000 candele che illumineranno il borgo, dal tramonto fino a notte fonda Sarà la celebrazione di una festa congiunta di natura, ingegno e cultura, molti gli artisti che saranno presenti: da Luca Chiaraluce a Valeria Carissimi per proseguire con De Soda Sisters, Pietro Benedetti e i poeti a braccio, Marcello Balena, Alessandro Vettori, Andrea Araceli, Ferdinando Vaselli, Giuliano Gabriele e molti altri  performer, tra musicisti, ballerini, attori e artisti di strada.
Nel corso della serata verranno esposte le migliori foto dell’omonimo concorso fotografico dedicato alla manifestazione, i cui vincitori verranno successivamente resti noti in una serata dedicata il 20 settembre.

Novità assoluta di quest’anno anche una speciale APP per smartphone che oltre a dare informazioni tecniche offrirà la possibilità in real time di seguire gli eventi orientandosi su luoghi, orari e tipologie di performance.
La “Notte delle candele” è organizzato dal Comune di Vallerano insieme all’Associazione culturale Piccole Serenate Notturne –  Notte delle Candele,  l’evento accoglierà i convenuti alla simbolica cifra di 4 Euro (2 per i residenti del luogo) e metterà a disposizione una ristorazione garantita dai principali luoghi tipici della zona.
Una sfida che continua e che mira a superare il già stabilito primato delle presenze dello scorso anno (oltre 20000 persone), all’insegna del perfetto matrimonio tra l’atmosfera incantata dell’evento e la tradizione eno-gastronomica del territorio.