Anche Magorno chiede che l’auto di Falcone venga esposta al pubblico

sabato, 26 settembre 2015

Abbiamo pubblicato quest’oggi l’accorato appello di Ambrogio Crespi pubblicato su Il Tempo con cui rispondendo ad un invito di Sandro Ruotolo, sottoscriveva la petizione affinchè l’auto di Giovanni Falcone fosse esposta in un luogo più adatto e più consono.

Il deputato Pd, Ernesto Magorno, ha fatto sua la chiamata e in un comunicato stampa chiede che:“Il governo valuti se non sia opportuno che l’auto su cui morì Giovanni Falcone venga esposta al pubblico, come viene chiesto da una petizione su Change.org e come proposto anche da alcuni organi di stampa, invece di rimanere in un luogo chiuso come adesso”. E’ quanto dichiara il deputato del partito democratico Ernesto Magorno, componente della commissione Antimafia, annunciando la presentazione di un’interrogazione al ministro della Giustizia, Andrea Orlando.

“La vettura – spiega Magorno – o meglio ciò che ne rimane, è esposta in una teca in uno dei cortili della scuola di polizia penitenziaria a Roma. Non è visibile al pubblico, ma solo a chi frequenta la scuola. Trattandosi di un simbolo dalla grande carica evocativa, la Fiat croma bianca accartocciata che tutti hanno visto e rivisto sgomenti nelle immagini televisive della strage di Capaci, potrebbe diventare uno strumento per rafforzare la memoria della lotta alla mafia e di chi l’ha combattuta e continua a combatterla in prima linea, in particolare per le generazioni più giovani”.

“Il ministro Orlando valuti – aggiunge Magorno – se non sia opportuno verificare l’ipotesi che l’auto venga esposta in un luogo pubblico, ad esempio una piazza come viene proposto dalla petizione, oppure comunque in un luogo accessibile al pubblico”.