Arabia Saudita: oltre 700 morti alla Mecca calpestati dalla folla

giovedì, 24 settembre 2015

Nel primo giorno di Eid al-Adha, la Festa del Sacrificio, la più importante ricorrenza religiosa per i musulmani impegnati nell’Hajj, il pellegrinaggio rituale alla Mecca, a causa della ressa oltre 700 persone sono morte travolte dalla folla.

Più di due milioni di pellegrini, secondo i dati ufficiali, hanno cominciato questa mattina il rito della lapidazione di Satana, nella città di Mina, nell’Ovest dell’Arabia Saudita.

Il rituale consiste nel lancio, il primo giorno di celebrazioni, di sette pietre contro una grande stele che rappresenta Satana, e di 21 pietre dopo 24 o 48 ore su altre tre stele analoghe (grande, media e piccola).

La Protezione Civile precisa che al momento i feriti sono almeno 450 e che i soccorritori sono al lavoro per assistere i pellegrini, mentre altre squadre stanno cercando di sgomberare la zona e indirizzare i fedeli verso percorsi alternativi per evitare nuove tragedie a causa della ressa.

Il timore è che il tragico bilancio continui a salire.