Bodrum: sospesa console francese vendeva gommoni a profughi

sabato, 12 settembre 2015

Un’inchiesta della tv pubblica francese andato in onda venerdì sera nel telegiornale di France 2  ha portato alla sospensione della console onoraria transalpina Françoise Olcay, vendeva gommoni ai migranti nella città turca di Bodrum.

Il ministro degli esteri francese Laurent Fabius, in attesa di un’indagine, ha sospeso la donna dalla carica.

Nelle immagini, filmate di nascosto, Françoise Olcay si dice consapevole che su quei canotti qualcuno va verso la morte, ma si è difesa dicendo che se non li vendesse lei qualcun altro lo farebbe.

E quando il giornalista ha osservato che il console onorario di Francia alimenta il traffico di esseri umani, la donna ha risposto “sì, ma lo fanno anche il comune, la capitaneria di porto e la prefettura, lasciandoli partire.”

Bodrum è la località turca più vicina all’isola greca di Kos il tratto di mare è affrontato da migliaia di profughi con mezzi di fortuna.