Borsa: la Cina rimbalza, Shanghai a +5,3. Europa in recupero

giovedì, 27 agosto 2015

Le Borse della Cina rimbalzano, dopo cinque sedute consecutive con il segno neo, l’indice Shanghai Composite ha ampliato i guadagni nel corso della seduta, terminando a 3.083,59 punti (+5,34%), dopo aver perso il 20% da giovedì scorso.

Lo Shenzhen Component ha guadagnato il 3,58% a 10.254 punti. L’indice Chinext, che riunisce le imprese hi-tech e ad alto tasso di crescita della Borsa di Shenzhen, nella Cina sudorientale, sale del 3,68% a 1.959,49 punti

Corrono anche le le borse europee dopo la battuta d’arresto di ieri, allineandosi con i listini asiatici e delle commodity.

La corsa di Wall Street e il probabile rinvio del rialzo dei tassi Usa hanno alleggerito le tensioni legate all’economia cinese.

L’indice Stoxx Europe 600 balza del 2,3%, trainato da Francoforte (+2,4%) e Londra (+2,1). In rialzo tutti i comparti con in testa farmaceutici (+3%), in recupero anche materie prime (+2,1%) ed energia (+1,7%).

Per Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha iniziato le contrattazioni in progresso del 2,2% a 21.944 punti.

Anche  per la Borsa di Francoforte apertura in rialzo, con l’indice Dax che nei primi scambi avanza del 2,60% a 10.257,29.

Per Londra l’indice Ftse 100 ha iniziato le contrattazioni in progresso dell’1,7% e a Parigi, nei primi scambi avanza del 2,02% a 4.592,17 punti.