Catania: uccisa a coltellate da ex convivente denunciato per stalking

giovedì, 08 ottobre 2015

E’ stata uccisa il giorno dell’udienza preliminare dal Gip del procedimento per stalking a seguito della denuncia nei confronti dell’ex convivente. Giordana Di Stefano, 20 anni, è morta dissanguata a Nicolosi, a poche centinaia di metri dalla sua abitazione.

Ad accoltellarla con ferocia  è stato l’uomo che il 3 ottobre del 2013 aveva denunciato: il suo ex e padre di sua figlia di 4 anni, Luca Priolo, 24 anni. Il giovane è stato fermato dai carabinieri a Milano, dopo una lunga corsa in auto, mentre alla stazione cercava di prendere un treno per fuggire all’estero, ha confessato: “Sì, sono stato io…”.

Priolo ha sostenuto di avere agito d’impulso e non in maniera premeditata, dopo l’omicidio è fuggito in auto e si è recato a Milano, dove, alla stazione centrale, è stato fermato poco prima di prendere un treno per Lugano, da carabinieri del locale comando provinciale che erano stati allertati dai loro colleghi di Catania.

Il procedimento per stalking era stato avviato dopo che il giovane era entrato da una finestra a casa di Giordana, nel 2013. Lui si era difeso sostenendo di essere entrato perché aveva visto un auto sospetta fuori e voleva garantire la loro sicurezza.