Cortei studenteschi in tutta Italia, scontri a Bologna

venerdì, 02 ottobre 2015

Le ragioni delle manifestazioni studentesche di quest’oggi in tutta Italia sono legate alla riforma della scuola e gli studenti romani giunti sotto il ministero dell’istruzione a gran voce han gridato:“Giannini dove sei? – hanno detto rivolti al palazzo del ministro – Non c’è nessuno, nessun confronto. Noi vogliamo risolvere le cose insieme ma loro non ci sono. La buona scuola è buona solo per i padroni”.

Alcuni hanno acceso fumogeni rossi e azzurri, scandendo cori come “La scuola é pubblica e non si tocca, la difenderemo con la lotta”, e slogan contro il prefetto di Roma Franco Gabrielli. Gli studenti hanno inoltre esposto uno striscione a favore degli immigrati: ‘Nostra patria è il mondo intero. Welcome refugees’. Dal microfono é stato dato appuntamento alle prossime manifestazioni, a partire da quella di questo pomeriggio alle 17, che dal Colosseo raggiungerà la Prefettura.

A Bologna sono scoppiati scontri fra manifestanti e forze dell’ordine verso le 10 davanti alla sede di Unindustria Bologna, dove era diretto un corteo di studenti coordinati dal collettivo Cas, in piazza contro la ‘buona scuola ‘. La testa del corteo ha cercato di sfondare il cordone di polizia che presidiava l’accesso alla sede degli industriali, ci sono state un paio di cariche e sono volate manganellate.

A Pisa invece, alcune decine di studenti medi superiori hanno manifestato stamani nel centro di Pisa contro la ‘Buona scuola’ scandendo slogan contro il governo e lanciando uova contro il palazzo della Provincia, accusata di non fare adeguata manutenzione agli edifici scolastici. Il corteo ha poi stazionato per alcuni minuti anche davanti alla sede provinciale del Pd lasciando cartelli e volantini contro la riforma.

Nel mirino della protesta studentesca anche il ‘caro trasporti’ e un servizio pubblico locale ritenuto dai giovani “inadeguato alle esigenze scolastiche”. Il corteo è sorvegliato a distanza dalle forze dell’ordine ma di sta svolgendo in modo tutto sommato pacifico. Le foto della manifestazione di Roma