Def, Renzi: “Nessun taglio e aumento di tasse”

mercoledì, 08 aprile 2015

“Oggi abbiamo avviato l’esame preliminare del Def che sarà approvato venerdì”. Queste le parole del premier Matteo Renzi al termine del Consiglio dei Ministri sul Def. Renzi è tornato a rassicurare sulle future tassazioni, dopo quanto anticipato nell’intervista al quotidiano Il Messaggero .

Il premier spiega che “non ci sono tagli e non c’è aumento delle tasse. Da quando siamo al governo l’operazione costante è di riduzione delle tasse. Abbiamo disattivato 3 miliardi di clausole che avevano previsto i governi precedenti. Nel 2015 riduciamo le tasse per 18 miliardi più i 3 di clausole che eliminiamo. Abbiamo disattivato 3 miliardi di clausole che avevano previsto i governi precedenti”, ha detto il premier.

Renzi ha poi annunciato che la crescita sarà pari allo “0,7%”, sottolineando che “questo Def non è una manovra, che toglie i soldi dalle tasche degli italiani, ma sta in linea con la legge di stabilità”.

Infine qualche battuta anche sul fisco, in cui Renzi ha affermato: “Noi consideriamo il 2015 un numero 0 per la dichiarazione dei redditi precompilata, vediamo come può essere fatta questa sorta di grande sperimentazione, credo sia comunque un passo avanti”.