Eligia Ardita, uccisa all’ottavo mese di gravidanza dal marito

sabato, 19 settembre 2015

Non ha retto all’accusa. Christian Leonardi, marito di Eligia Ardita ha confessato l’omicidio ai danni della moglie. La donna era incinta di otto mesi. Anche il bambino che portava in grembo è deceduto.

La svolta nelle indagini sul delitto di Siracusa è avvenuta il giorno dopo l’ingresso dei Ris di Messina nell’abitazione di via Calatabiano. Dopo i rilievi effettuati dal gruppo investigativo, sarebbero state ritrovate su un muro dell’abitazione, i segni di una colluttazione tra i due coniugi.

Leonardi, accompagnato dal proprio legale dai carabinieri, avrebbe ammesso anche la lite, sfociata poi nella morte della moglie. Sembra che la vittima avesse scoperto una relazione extraconiugale del marito.

L’accusa per lui è omicidio e procurato aborto. In precedenza l’uomo aveva sostenuto che la moglie aveva avuto un malore, mentre dall’autopsia è emerso che la donna è svenuta dopo aver ricevuto dei colpi in testa.