Emilio Fede abbandona Berlusconi, “sono renziano a mia insaputa”

mercoledì, 09 settembre 2015

Emilio Fede considerato per anni il berlusconiano per antonomasia, in un’intervista rilasciata ad un quotidiano confessa la sua nuova vena politica: “Sono diventato renziano a mia insaputa”.

Per l’ex direttore di Rete4  “su Silvio Berlusconi sta calando il sipario, e voterò sicuramente Matteo Renzi”. La rivelazione fatta nel corso della presentazione del suo ultimo libro: “Se tornassi ad Arcore”.

“Berlusconi al sipario? Alla fine della carriera politica? Potrebbe essere. Non credo che sia andato a caso dal suo amico Putin in questi giorni”, osserva l’ex direttore dei tg Mediaset. “Il 17 settembre decidono sul Ruby ter, nello stesso giorno esce il mio libro. Il 22 si pronuncia la Cassazione su di me (sulla condanna a 4 anni e 10 mesi per favoreggiamento della prostituzione, ndr). Sono giorni in cui le storie tornano a intrecciarsi”.

Fede si dice: “renziano a sua insaputa” e non pago aggiunge: “Se Berlusconi uscisse dalla scena politica, voterei sicuramente per lui, anche se Silvio è e resterà unico”.

Fede racconta di aver sentito l’ultima volta il Cavaliere un paio di mesi fa, per telefono. “Una chiacchierata fra vecchi amici che non si sentivano da tempo. Alla fine della telefonata mi ha detto: ‘Adesso non sparire, telefonami’. Gli ho risposto: ‘No, ho già pagato abbastanza’”. Il libro – aggiunge Fede – si intitola “Se tornassi ad Arcore” perché “se ci tornassi davvero farei aprire a Berlusconi gli occhi su tante cose”. Ce l’ha con la Pascale? “No. Diciamo che da Francesca mi sarei almeno aspettato una telefonata di solidarietà”. Di una cosa Fede si dice certo: “La sentenza mi risarcirà, vedrete”.