Giubileo della Misericordia, Roma si prepara da subito all’Anno Santo

sabato, 14 marzo 2015

“La decisione annunciata dal Santo Padre di tenere il Giubileo straordinario a partire dall’8 dicembre 2015 è una bellissima notizia, che riempie di orgoglio e di gioia i romani e tutti gli italiani. Roma, però, nelle condizioni attuali non è pronta. Bisogna al più presto creare una cabina di regia per condurre in porto un avvenimento così grande”. Michele Anzaldi e Lorenza Bonaccorsi, presidente del Pd Lazio, rallegrandosi per la decisione della Santa Sede, hanno subito cercato di allertare .

“Serve subito una cabina di regia – spiegano i deputati dem – con il Governo, la Regione Lazio, il Comune di Roma, le forze dell’ordine, il terzo settore, il sistema di protezione civile. Gestire milioni di pellegrini, che non sono turisti, in una città non organizzata può rappresentare un pericolo anche grave per chi arriverà a Roma e può creare disagi insostenibili per i romani. Il Giubileo dura un anno e non è certamente paragonabile a singole giornate, anche impegnative, che la città si è trovata a gestire di recente”.

Insomma, la notizia del Giubileo della Misericordia data ieri dal pontefice può rivelarsi un’occasione per la Capitale, ma anche un terribile incubo. E’ perciò fondamentale il massimo impegno da parte di tutti affinché la “missione anno santo” risulti vincente. A disposizione ci sono ancora 270 giorni per organizzare l’evento, ma l’8 dicembre non è poi così lontano e le cose da fare sono molte.