I funamboli del filo spinato

martedì, 15 settembre 2015

di Luigi Crespi –  Prima li invitano a partire perché l’Europa di “mamma Merkel” li accoglierà, darà loro rifugio e riparo.

Poi inermi li abbiamo visti piangere oltre il filo spinato, disperati alla ricerca di un varco di un passaggio per occidente.

L’Europa muore sotto il peso di quel filo spinato; muore sotto i muri eretti; muore di paura sotto i colpi di leader alti come nani.

Incapace di intervenire là dove i problemi esplodono.

Incapace di gestire le conseguenze della propria inettitudine .

Ma c’è chi è contento, c’è chi si accontenta,  ma sono quelli che Ventotene non sanno neanche indicarla sulla carta geografica.

Ma l’Italia corregge il suo pil dello 0,2, la svolta ci travolge come un onda di fango che segna l’inizio della cattiva stagione.