In Maserati a spasso nel Tevere. Bloccato dai vigili del fuoco

martedì, 29 settembre 2015

Divertente episodio domenica scorsa a Roma, lungo le rive del Tevere, per coloro che erano a godersi la giornata domenicale certamente saranno rimasti stupiti e forse anche divertiti nel vedere una Maserati biturbo del 1980 galleggiare e muoversi lungo il fiume come una qualsiasi barca.

Domenica scorsa un 39enne è stato visto navigare sulle acque del Tevere. Impossibile non notare l’autobarca nel fiume con la sala operativa dei vigili del fuoco che ha subito segnalato al 113 la presenza nelle acque del fiume dell’insolito natante ricavato da una autovettura che navigava fra Ponte Vittorio e Ponte Milvio.

L’imbarcazione, bloccata, è stato messo in sicurezza dai Vigili del Fuoco all’altezza del Lungotevere della Vittoria. Il “barcaiolo”, un uomo di 39 anni, è stato accompagnato dagli agenti della Polizia di Stato presso il commissariato Borgo per gli accertamenti. Il soggetto ha riferito di essere partito dalla Liguria e di voler raggiungere il Veneto con l’insolito mezzo.

Il 39enne di Sarzana, Marco Amoretti è stato diffidato ad ormeggiare in banchina il mezzo nonché a presentarsi presso gli uffici della Polizia Fluviale. Il soggetto, è risultato essere già diffidato da diverse capitanerie di Porto, a navigare con l’insolita imbarcazione.

Capitano della Maserati d’acqua è un , che ha rivendicato la sua impresa proprio durante la traversata del Tevere. L’uomo ha infatti annunciato di voler scendere lungo il Mar Tirreno da La Spezia per poi risalire l’Adriatico con l’intendo di arrivare a Venezia.

Un insolito diportista che durante il passaggio di domenica sulle acque del fiume dell’Urbe ha affermato: “Mi sa che ho sbagliato i tempi di navigazione e sono partito un pò troppo tardi. Arriverò a Festival concluso, però c’è sempre la Biennale, e lì magari trovo uno spazio per esporre l’idea del mio film”.

La spedizione in “automare” in realtà ha un obiettivo ben preciso: trovare i fondi, e possibilmente un produttore, per realizzare un documentario su un’altra impresa epica portata a termine del 1999 da Marco, insieme a due fratelli e a un amico: la prima attraversata in automobile dell’Atlantico.