INDEXResearch per Piazza Pulita: Marino inchiodato dalla rete

venerdì, 16 ottobre 2015

Due sono le rilevazioni che Index Research ha svolto per la trasmissione di approfondimento politico Piazzapulita condotta da Corrado Formigli.

Come dicevamo due le rilevazioni, la prima un classico sondaggio quantitativo svolto su un campione di 1000 intervistati abitanti a Roma, l’indagine è stata svolta tra il 12 e il 14 ottobre, quindi successiva alle dimissioni di Marino.

La prima domanda posta agli intervistati: Se Le fosse data la possibilità di andarsene da Roma, lo farebbe? il campione selezionato risponde con un no per il 71,2% mentre il 24,6% sarebbe pronto a trasferirsi altrove.

Circa la meta del trasferimento, il 18,2% avrebbe come destinazione Milano o comunque il Nord Italia, a seguire l’estero con 16,8% che vorrebbero trasferirsi a Barcellona, e ancora il 13,4% alle Canarie. Solo una quota dell’1,6% si trasferirebbe in Sud Italia e ancor meno (0,6%) chi si trasferirebbe in Austria.

Qualora invece il campione indicato si trovasse di fronte a Ignazio Marino, il 19,8% di questi gli direbbe che è un incapace, a seguire incompetente (16,7%), il 15,4% gli direbbe che è senza dignità e un 14,9% lo insulterebbe.

Esternazioni positive per il 7,4% che lo inciterebbe a non mollare e il 3,6% lo ringrazierebbe per ciò che ha fatto, c’è anche una piccola percentuale pari all’1,7% che lo apostroferebbe con un “ingenuo”.

La seconda ricerca ha come scenario la rete, quindi come e con che modalità si parla dell’ex sindaco di Roma.

In questo caso sono state prese in considerazione per svolgere l’indagine, 100.000 fonti web in italiano, nel periodo tra il 7  e il 14 ottobre aventi come keyword la parola “Marino”.

Il picco del numero di discussioni rilevato sulla rete è certamente nella giornata dell’8 ottobre nel periodo temporale compreso tra le 18.00 e le 20.00, e il totale dei volumi rilavati è pari a 43,215 .

Per quanto concerne i contenuti, l’analisi svolta da IndexResearch sempre su un volume di 43.215 discussioni, evidenzia che il 60,5% si è espresso in toni neutri e al contrario il 39,5% ha espresso opinioni.

Di 17.070 discussioni, pari appunto al 39,5% di coloro che hanno espresso opinioni circa il caso Marino, il 92,1% ha opinione negativa e solo una piccolissima quota pari al 7,9% ha utilizzato termini positivi.

L’analisi dei dati di rete inoltre ci dice che sul totale discussioni 8.364 pari al 49% hanno coinvolto sia Renzi che il Pd, di questa quota solo il 2,1% si è espresso positivamente contro un 97,9% che ha lasciato commento negativo.

Proseguendo nella rilevazione inerente la rete, su 30.110 “discussioni” ben il 69,7% sono state svolte su Twitter. e il 30,35 ha utilizzato altri canali di discussione.