La Nigeria nega il visto a Salvini ed alla delegazione “Leghista”

lunedì, 28 settembre 2015

Salvini stava preparando da mesi una missione di 4 giorni in Nigeria, con partenza prevista domani, per dimostrare che si possono “aiutare a casa loro” gli immigrati che vengono in Italia.

“Avremmo voluto andare a testimoniare la solidarietà vera e concreta” – ha detto il segretario della Lega parlando a Radio Padania – aggiungendo che il visto sarebbe stato negato “a tutti” i componenti della delegazione, formata da “imprenditori e assessori regionali” del Nord.

“Il dubbio – ha proseguito – è che essendo stata organizzata la missione dalla Lega per portare sviluppo, a qualcuno dava fastidio”. Salvini si è detto rammaricato di non aver “potuto concretizzare l’aiutiamoli a casa loro”, ma ha assicurato che sta già organizzando altre missioni nei Paesi di partenza dei migranti, a partire dal Marocco.

“Evidentemente a qualcuno dava fastidio e quindi ho ritirato il passaporto senza il visto. Forse per qualcuno era una missione scomoda”. aggiunge Matteo Salvini, segretario federale della Lega Nord, ai microfoni di Radio Padania.

“Eravamo disposti a rischiare la nostra incolumità fisica , in una terra ricca ma che presenta dei problemi sociali non indifferenti”, ha spiegato il leader del Carroccio, “Avevo anche fatto la vaccinazione contro la febbre gialla, stando a letto due giorni. Vuol dire che gli italiani che vogliono portare lavoro e sviluppo in Nigeria – ha aggiunto – lo faranno la prossima volta”.