Maltempo flagella centro sud. Situazione critica a Benevento

giovedì, 15 ottobre 2015

Al momento sono 4 le vittime di questa nuova ondata di maltempo,  la prima vittima nel Frusinate, era in auto ed è finita in una voragine, la seconda a L’Aquila, è stata sepolta da una frana,la terza era nella cantina di casa, la quarta questa mattina a Benevento.

Situazione critica nella città di Benevento, e in altri centri della provincia, a causa delle abbondanti piogge della notte.

Innumerevoli le richieste di soccorso che sta affrontando il Comando dei Vigili del Fuoco di Benevento. Le zone maggiormente colpite nella città sono le località Pantano, via dei Longobardi, via Ponticelli, zona Santa Clementina, zona industriale Ponte Valentino e via Cosimo Nuzzolo.

In provincia si segnalano criticità in diversi comuni, tra cui Solopaca, Cautano, Reino, Pesco Sannita, Vitulano, Dugenta, Guardia Sanframondi e San Giorgio la Molara. Per dare riscontro alle chiamate è stato trattenuto in servizio il turno smontante. A sostegno sta operando una squadra del Comando dei vigili del fuoco di Salerno, due mezzi anfibi di Napoli e Caserta e l’elicottero del nucleo di Pontecagnano (Salerno).

In totale stanno operando sul territorio della provincia circa 65 unità dei Vigili del fuoco

Nel capoluogo sannita, a seguito alla tracimazione per oltre due metri del fiume Calore, in vari punti sono decine le auto rimaste sommerse e grossi disagi si registrano alla mobilità. Sono decine le richieste di soccorso ai vigili del fuoco.

L’allerta temporali continuerà anche oggi, quando si prevede alto rischio idrogeologico in Sicilia: disposta la chiusura delle scuole a Catania, Messina e Trapani. Roma è stata invece risparmiata dai nubifragi, nonostante fosse stato diramato l’allarme rosso.

A Canistro, nell’aquilano, sono state evacuate un centinaio di persone dopo l’esondazione del Rio Spalto.

Situazione critica a Benevento, e in altri centri della provincia. Nel capoluogo sannita, a seguito alla tracimazione per oltre due metri del fiume Calore, in vari punti sono decine le auto rimaste sommerse e grossi disagi si registrano alla mobilità. Sono decine le richieste di soccorso ai vigili del fuoco.

Violenti temporali, con forti raffiche di vento, si sono abbattuti in varie zone della Campania, in particolare a Napoli e nel Salernitano. Al momento secondo i Vigili del fuoco provinciali, non sono segnalate situazioni di particolare criticità.

A Caserta un albero è caduto sulla strada, senza causare feriti. A Napoli è stato chiuso al traffico il sottopassaggio Claudio, nella zona di Fuorigrotta, allagato dalla pioggia.

Allagamenti anche nell’Agro Nocerino-Sarnese, in particolare a Cava dei Tireni. Proprio nell’Agro Nocerino-Sarnese, i sindaci di Scafati, Nocera Inferiore e Sarno, in seguito all’allerta meteo annunciata nel pomeriggio dalla Protezione civile della Regione Campania, hanno deciso di lasciare chiuse le scuole nella giornata di oggi, giovedì, per ragioni di ordine pubblico e per tutelare l’incolumità dei cittadini.

Quattro persone sono bloccate all’interno di un capannone vicino a Tivoli, alle porte di Roma, a causa dell’esondazione dell’Aniene dovuta alle piogge. I vigili del fuoco sono sul posto per aiutare le persone ad uscire dalla struttura ora isolata. Case e scantinati allagati e alcune persone si sono rifugiate sui tetti dopo le forti piogge della giornata.

La circolazione dei treni sulle linee Caserta-Foggia e Benevento-Avellino è stata sospesa a causa dei danni causati dai violenti temporali e dalle bufere di vento che si sono abbattuti, con decine di fulmini, la scorsa notte in molte zone della Campania, Trenitalia ha attivato servizi sostitutivi con autobus. Ai viaggiatori – sottolinea Trenitalia – viene “fornita massima assistenza da parte del personale ferroviario”.