Marò: Girone colpito da febbre Dengue, due medici italiani partiti per l’India

venerdì, 28 agosto 2015

Salvatore Girone, il marò trattenuto in India per l’accusa  di aver ucciso due pescatori indiani, è stato ricoverato in un ospedale della capitale indiana New Delhi per aver contratto la febbre Dengue.

Il ministero della Difesa sta seguendo la vicenda e il ministro Roberta Pinotti ha già sentito il fuciliere di Marina. Secondo quanto riferito dal consigliere del ministro della Difesa Gianfranco Paglia sono già partiti due medici italiani per l’India.

Secondo fonti interne la situazione sanitaria di Girone  “è sotto controllo”, il marò è “monitorato e seguito bene dai medici indiani”. Anche il padre di Girone ha confermato all’Ansa che il figlio si sta curando: “Ora sta un po’ meglio”.

La partenza dei due medici italiani per verificare le condizioni di salute di Girone, è considerata una procedura “normale”, in quanto “ogni volta che un nostro militare in missione all’estero ha problemi di salute, viene sempre raggiunto da sanitari italiani”, hanno spiegato fonti della Difesa.

La febbre Dengue è una patologia che colpisce spesso i militari in missione all’estero, ha origine virale ed è trasmessa agli uomini  con la puntura della zanzara.