Medici in rivolta su decreto “esami inutili”, pronti a scioperare

mercoledì, 23 settembre 2015

I medici non ci stanno ed annunciano attraverso Costantino Troise, segretario dell’Anaao, il maggior sindacato dei medici dirigenti, un imminente sciopero nazionale di tutta la sanità a causa di un decreto “sbagliato” sulle prestazioni inappropriate.

Il taglio, “fatto dall’alto è già al centro di una mobilitazione intersindacale e interprofessionale già partita, al centro degli Stati Generali dl 21 ottobre”, con Ordine dei medici, società scientifiche e sindacati.

“L’obiettivo – spiega all’Ansa – è una manifestazione unitaria. Non è un fulmine a ciel sereno. Lo Stato si sostituisce al giudizio del professionista, assumendone le prerogative, a prescindere dal malato. Tutto questo per poche centinaia di milioni e con strafalcioni tecnici”.