Migrante muore nell’Eurotunnel. Nuovo filo spinato in Ungheria

venerdì, 18 settembre 2015

Un migrante è morto fulminato nel sito francese dell’Eurotunnel, la notizia è stata data dalla prefettura del Nord-Pas-de-Calais e citata dai media francesi. Calais è un altro dei punti critici di frontiera dove i migranti cercano di attraversare il confine per raggiungere il Nord-Europa.

La Croazia, ha chiuso in nottata tutti i valichi di frontiera con la Serbia e l’Ungheria sta costruendo un nuovo muro di filo spinato al confine tra Ungheria e Croazia.

L’annuncio è stato fatto dal premier ungherese Viktor Orban., così oltre alla chiusura dei valichi di Ilok, Ilok 2, Principovac, Principovac 2, Tovarnik, Erdut e Batina, si è aggiunta anche quella di Bezdan.

Orban ha dichiarato che sarà costruito un nuovo  muro sul lato del confine di 41 chilometri in cui i due Paesi non sono divisi da un fiume entro oggi: “Dobbiamo implementare le stesse misure che ci sono sul confine con la Serbia”, ha detto Orban aggiungendo che a questo punto 600 soldati sono impiegati sul muro, altri 500 saranno schierati oggi e 700 durante il weekend.

Al momento della chiusura, al valico di Bezdan si trovavano un centinaio di migranti che non sono riusciti a passare e sono stati condotti con un autobus in un vicino centro d’accoglienza. Sospesa anche la circolazione dei treni tra Belgrado e Zagabria. Da mercoledì più di 11mila migranti hanno attraversato il confine tra Serbia e Croazia.