Nobel per la Pace assegnato al Quartetto dialogo nazionale Tunisino

venerdì, 09 ottobre 2015

Il Quartetto del dialogo nazionale tunisino ha vinto il Nobel per la Pace «per il suo contributo decisivo alla costruzione di una democrazia pluralistica in Tunisia, sulla scia della Rivoluzione del Gelsomino del 2011»

Il gruppo di quattro organizzazioni della società civile tunisina, Unione generale dei lavoratori tunisini (Ugtt), l’Unione tunisina dell’industria, del commercio e dell’artigianato (Utica), l’agenda dei diritti umani di Lega tunisina (Ltdh), l’Unione degli avvocati, nacque nel 2013, quando “il processo di democratizzazione era in pericolo”.

Il quartetto, si legge nel comunicato del Comitato “stabilì un processo politico alternativo, pacifico in un momento in cui il Paese era sull’orlo della guerra civile”. Il Quartetto contribuì a consentire alla Tunisia “nel giro di qualche anno, di stabilire un sistema costituzionale di governo garantendo diritti fondamentali per l’intera popolazione, a prescindere dal genere, dalle convinzioni politiche e dal credo religioso” .