Oggi il funerale di Sadko, capoclan dei nomadi, in migliaia a Torino

giovedì, 24 settembre 2015

Un funerale che secondo le fonti ufficiali rischia di trasformarsi in uno scandalo come furono le esequie del boss dei Casamonica, a Roma. Ma questa volta la città è Torino e il defunto è il capo famiglia dei rom musumalmani, i “khorakhanè”,

Moltissimi i nomadi che per essere presenti al funerale sono arrivati nella città sabauda, le roulotte sono ovunque sparse in città  tra piazza della Repubblica ai più conosciuta come “Porta Palazzo” centro di Torino e l’ospedale Cottolengo.

Sadko era una delle figure di spicco dei rom musulmani. Nato a Mostard, si era trasferito a Torino quando era ancora piccolo, ma non ha mai perso i contatti con i famigliari che vivono in Bosnia. E’ scomparso all’età di 51 anni, dopo un lungo ricovero.

Il funerale che si terrà oggi alle 13 è accompagnato da numerose polemiche: “Chiedo formalmente alla Questura di proibire funerali zingari di massa in strada per decoro cittadino e per le sicure ragioni di ordine pubblico – ha affermato in Sala Rossa il capogruppo di Fratelli d’Italia Maurizio Marrone – alla luce delle risse tra ubriachi già avvenute in questi giorni”.

Sì, perchè la reale paura che si ripeta il caso “Casamonica”.