Papa Francesco ai vescovi: “Basta ai crimini legati alla pedofilia”

giovedì, 24 settembre 2015

Il Papa prosegue il suo viaggio negli Stati Uniti e dopo l’incontro con Obama alla Casa Bianca in cui si è definito “Quale figlio di una famiglia di emigranti”, ha incontrato i vescovi americani.

“Guai a noi se facciamo della Croce un vessillo di lotte mondane” Papa Francesco si è rivolto in tale modo ai vescovi americani, a Washington, in una lunga riflessione che li richiama a far sì che non ci siano “divisioni” nella Chiesa. Non sono venuto, ha spiegato, “per giudicarvi o per impartirvi lezioni”, ma per richiamarvi “all’umiltà”.

“Basta ai crimini legati alla pedofilia” – Bergoglio ricorda ai vescovi che sulla pedofilia bisogna lavorare perché “tali crimini non si ripetano mai più”. “So quanto ha pesato in voi la ferita degli ultimi anni, e ho accompagnato il vostro generoso impegno per guarire le vittime, consapevole che nel guarire siamo pur sempre guariti, e per continuare a operare affinché tali crimini non si ripetano mai più”.

Oggi Bergoglio è atteso al Congresso: sarà il primo Pontefice a parlare nel Parlamento Usa.

Al termine visiterà il centro caritativo della parrocchia di St Patrick, incontrandovi i senzatetto, ultimo impegno previsto nella capitale americana. Poi partirà in aereo per New York, dove atterrerà dopo un’ora all’aeroporto Jfk. Una volta giunto in elicottero a Manhattan, dove è scattata la gadget-mania, Bergoglio ha in programma alle 18.45 (le 00.45 italiane) i vespri con il clero, i religiosi e le religiose nella cattedrale di San Patrizio, sulla Quinta Strada.