Piazza Montecitorio ultimo saluto a Pietro Ingrao con “Bella Ciao”

mercoledì, 30 settembre 2015

Domina il rosso in piazza di Montecitorio dove le persone si sono riunite per il funerale di Pietro Ingrao. sventolano ifazzolettoni delle brigate partigiane, le bandiere di Rifondazione comunista, di Syriza e del movimento operaio. Tra la folla il segretario della Fiom Cgil Maurizio Landini, il costituzionalista Gianni Ferrara e il dirigente del Pci Giacomo Schettini vicino a Ingrao.

Accompagnato dai familiari, dalla presidente della Camera, Laura Boldrini e portato a spalla dai commessi della Camera, il feretro di Pietro Ingrao è stato portato in piazza Montecitorio, dove è stato accolto da un lungo applauso della folla che ha anche intonato “Bella ciao”. Sulla bara sono stati posati un caschetto da operaio (donato dagli operai delle acciaierie di Terni) e la sciarpa rossa di don Gallo..

La folla riunita di fronte al palco allestito davanti all’ingresso della Camera intona “Bandiera rossa” e “Bella ciao”, cantata anche da Fausto Bertinotti, in prima fila sul palco delle autorità che ospita anche i familiari di Ingrao.

Presente anche il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che è arrivato in piazza Montecitorio per assistere ai funerali solenni di Pietro Ingrao,oltre a lui sul grande palco allestito davanti all’ingresso della Camera anche il presidente del Senato, Pietro Grasso, il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, il presidente della Repubblica emerito, Giorgio Napolitano con la moglie signora Clio

I funerali di Stato di Pietro Ingrao celebrati a piazza Montecitorio, si chiudono sulle note di «Bella ciao» eseguita da Antonio Sparagna.

In piedi sul palco, le piu’ alte cariche dello Stato, dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella all’ex capo dello Stato Giorgio Napolitano. Accanto alla figlia di Ingrao, Celeste, che poco prima aveva salutato il padre e che ha assistito all’esibizione di Sparagna con il pugno alzato, la presidente della Camera, Laura Boldrini, che ha intonato la canzone. Anche il presidente del Senato, Pietro Grasso a tratti ha cantato «Bella ciao»