Riforme: Calderoli, 5Stelle, Sel e FI ritirano gli emendamenti

Palazzo Madama

mercoledì, 16 settembre 2015

Roberto Calderoli ritira i suoi emendamenti al ddl sulle riforme.

Il senatore leghista ha specificato che conferma appena dieci dei circa 500mila emendamenti da lui presentati. Hanno trovato così conferma tramite un tweet del senatore dem Francesco Russo, le voci che si erano diffuse stamattina a Palazzo Madama circa una mossa a sorpresa del vicepresidente del Senato che a questo punto cambia lo scenario rispetto alla conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama convocata per le 15. L’urgenza di un approdo in aula a questo punto potrebbe venire meno e si potrebbe riaprire, riferiscono fonti parlamentari, il confronto in commissione

Dopo l’annuncio del leghista Roberto Calderoli sul ritiro di mezzo milione di emendamenti al ddl Boschi, tutte le altre opposizioni hanno manifestato la disponibilità ad una mossa analoga. In questo senso si sono espressi il Movimento 5 stelle, Sel e Forza Italia.

A questo punto resterebbero in piedi emendamenti in numero tale da rendere praticabile un esame in commissione, circostanza che sarà evidentemente al centro delle valutazioni della Conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama originariamente convocata per calendarizzare le riforme costituzionali in aula