Roma: Disagi ovunque per lo sciopero, chiusa metro A e B.

venerdì, 02 ottobre 2015

L’Usb, l’unico sindacato a non aver accettato ieri le soluzioni uscite dal tavolo a Palazzo Valentini con Franco Gabrielli e l’assessore ai Trasporti Stefano Esposito hanno deciso per lo sciopero e questa mattina metro A e B a Roma sono ferme

Oltre alla due linee metropolitane A e B chiuse, stop della ferrovia urbana Roma-Lido e forti ritardi sulla Roma-Viterbo e la Termini-Giardinetti.

Regolare il traffico sulla linea C della metro, mentre corse ridotte di tram e autobus e disagi si registrano in tutta la città.

Rispettate le fasce di garanzie da inizio turno fino alle 8.30 e dalle 17.00 alle 20.00 quando il servizio per qualche ora tornerà regolare.

Al centro della mobilitazione il mancato pagamento degli stipendi degli autisti di Roma Tpl (le linee periferiche) fermi ad agosto, ma anche i mancati investimenti con gravi conseguenze per chi lavora e per gli utenti.

come se non bastasse il blocco della metro, sono previsti per oggi anche due cortei, il primo questa mattina dei liceali che, contro la riforma della Buona Scuola, sfileranno da Piramide fino al ministro dell’Istruzione in viale Trastevere. Nel pomeriggio sarà invece la volta dei movimenti cittadini e delle forze della sinistra, che dal Colosseo arriveranno sotto la Prefettura.

La partenza è prevista alle 17 e ad aderire sono stati il collettivo Militanti, la federazione romana dell’Usb, la Carovana delle Periferie, i movimenti per il Diritto all’Abitare, il Comitato per l’acqua pubblica, Rifondazione Comunista, delegati dei trasporti, dell’Ama, delle scuole comunali e dei canili comunali, l’Altra Europa per Tsipras, l’Asia/Usb, la rete per il Diritto alla Città.

Al momento il corteo non è stato autorizzato dalla Prefettura, ma in piazza si dovrebbe trovare una mediazione.