Roma, Marino ha formalizzato le dimissioni

lunedì, 12 ottobre 2015

Ignazio Marino ha formalizzato le dimissioni da sindaco di Roma, così come aveva preannunciato nei giorni scorsi.. La lettera firmata è stata consegnata al presidente dell’assemblea capitolina Valeria Baglio. Da domani scattano i 20 giorni previsti dalla legge, passati i quali le dimissioni saranno esecutive ed irrevocabili. Il 2 novembre dunque Marino decadrà dall’incarico.

Poco prima della consegna della lettera di dimissioni per la sua formalizzazione,  il sindaco ha firmato tre ordinanze relativi ai lavori per il Giubileo per una spesa complessiva di 10 milioni. Gli interventi riguardano provvedimenti per il traffico e la mobilità in particolare sul Lungotevere e nell’area di San Pietro. “Con questi provvedimenti, nel rispetto degli impegni assunti con i cittadini, proseguiamo il lavoro straordinario in vista del Giubileo con l’obiettivo di migliorare la qualità del tessuto cittadino. Si tratta di interventi importanti che cambieranno il volto di molte aree di Roma”, ha dichiarato Marino.

Marino è arrivato questa mattina in Campidoglio intorno alle 9,30,

A roma, davanti alla sede del Pd, alcuni manifestanti stanno protestando. “Roma rivuole Marino sindaco”, “Mafia capitale ringrazia il Pd e il Vaticano, si legge su alcuni cartelli. “Ci hanno tolto il nostro voto, il Pd ha mandato via Marino votato da noi cittadini. Lui in due anni e mezzo ha fatto quello che ‘questi qua’ non hanno fatto in 40 anni”, dice una signora. È un altro manifestante le fa eco: “Si è messo contro i poteri forti”.