Sicilia, fiumi esondati e trombe d’aria.

sabato, 10 ottobre 2015

In Sicilia come era previsto si è abbattuta l’ondata di maltempo, auto travolte dal fango, alberi abbattuti da vento e frane.

Il maltempo ha colpito soprattutto la parte orientale tirrenica della Sicilia, il fiume Mela è tracimato a Barcellona Pozzo di Gotto, portando con se alcune auto, non dissimile la situazione a Milazzo dove  la zona di contrada Bartione è isolata a causa dell’esondazione del Mela.

Sulle autostrade che collegano Palermo a Catania e Palermo a Mazzara del Vallo, alcuni alberi sono stati sradicati dalla furia del vento, trombe d’aria a Licata e Caltanissetta.

Nel messinese nel comune di Savoca è crollata una parte della strada provinciale 23, nei pressi della borgata Rapani.

A Messina le strade sono allagate e garage e negozi sono invasi da acqua e fango. A Barcellona Pozzo di Gotto un anziano che era stato dato per disperso è stato ritrovato. In via Salso, nei pressi del torrente Mela, il corso d’acqua ha rotto gli argini allagando numerosi terreni. Molte le abitazioni isolate.

Allagamenti anche in Sardegna – Notte di paura e tensione ma fortunatamente senza grandi problemi quella trascorsa invece in Sardegna, interessata da un’allerta meteo del massimo livello fino alle 12 del 10 ottobre soprattutto in Gallura, Nuorese, Cagliaritano e Campidano.