Storia di un falso: i dati che dimostrano che la rete non si è ribellata alla Tatangelo

giovedì, 23 luglio 2015

Mi ha incuriosito la lettura di alcuni articoli sul web, ripresi anche da agenzie e periodici, della rivolta della rete contro Anna Tatangelo in relazione ad una sua performance al Coca-Cola Summer Festival dove ha cantato la canzone Inafferrabile all’interno di un contesto ispirato a Valentina di Crepax.

Quello che mi è parso strano è che ad un passo dalle vacanze, con il caldo più torrido del l’ultimo secolo, le angosce della Grecia, L’Isis, gli immigrati, la rete potesse mobilitarsi contro la Tatangelo che sul web ha un profilo molto seguito con grande passione da molti fans.

Allora per curiosità sono andato a fare una verifica di  congruenza su Twitter e mi sono accorto senza tema di essere smentito che si trattava di una bufala, mentre su Facebook basta andare a verificare la pagina di Paola e Chiara o della Tatangelo e non troverete quasi alcun commento.

Ma ed ecco i dati: ci sono 119 tweet (conteggio fatto a mano) che parlano della questione di cui 23 di utenti che hanno sollevato il tema e gli altri 96 sono di blog, quotidiani online che hanno ripreso i primi 5 tweet.

Per concludere questa grande rivolta del web è fatta da 23 tweet!

plagio ok

E’ possibile che delle agenzie di stampa serie e accreditate, dei siti internet ed addirittura dei giornali si siano impegnati ad alimentare una bufala? Basta che uno scriva una cosa e gli altri la riprendono senza verificarla?

Quindi al netto della performance della Tatangelo quello che sappiamo per certo è che la rete non si è ribellata e non l’ha contestata.  – Giorgio Conte