Vaccini obbligatori per chi va a scuola. La campagna del Ministero

martedì, 20 ottobre 2015

La questione delle vaccinazioni obbligatorie per chi va a scuola, sta assumendo, negli ultimi giorni, sempre maggior risalto, soprattutto per le  polemiche che stanno divampando in seguito alla proposta di un’ordinanza che subordina l’iscrizione a scuola di bambini e ragazzi alla vaccinazione obbligatoria.
Il ministro della Sanità, Beatrice Lorenzin, è intervenuto per smentire le ipotesi di radiazioni o di sanzioni vere e proprie nei confronti di coloro che si schiereranno contro le vaccinazioni. ‘E’ priva di ogni fondamento questa idea’ ha sottolineato il responsabile della salute in Italia.

Ma il direttore generale della Prevenzione sanitaria, Ranieri Guerra, è di tutt’altro avviso, infatti ha ammesso che la possibilità di arrivare ad una sospensione della convenzione per quei medici che parlano male di una pratica che viene raccomandata dal Servizio sanitario. Guerra ha parlato di ‘medici infedeli’, precisando che nel testo predisposto dal Ministero della Salute viene espressamente citato l’impiego di azioni di deterrenza e disciplina etica verso tutti quei medici che sconsigliano o, comunque, non raccomandano la vaccinazione.

Si è anche parlato di proposta di divieto d’ingresso a scuola per tutti coloro che non sono garantiti dalla vaccinazione, nel caso in cui venisse dato il via libera al provvedimento: la proposta del ministro Beatrice Lorenzin è nata anche in seguito alla raccolta di sedicimila firme contro il sensibile calo delle vaccinazioni.