Home / Economia / Calenda sul reddito di cittadinanza: “E’ aberrante”
calenda

Calenda sul reddito di cittadinanza: “E’ aberrante”

Il Ministro Calenda è scatenato in questi giorni: dopo le dichiarazioni a proposito delle priorità del Governo di scelta se ridurre la tassazione per le imprese o l’Irpef al congresso di CONFESERCENTI, affermando che la priorità è agire sulla riduzione delle tasse per le imprese, non la riduzione dell’Irpef, oggi se la prende con l’ipotesi di reddito di cittadinanza. Con le dichiarazioni riguardanti l’Irpef ha, di fatto, sconfessato le politiche fiscali di Renzi e con la dichiarazione odierna attacca i 5 Stelle.

Sostiene, il Ministro Calenda, che il reddito di cittadinanza è un’aberrazione, che è più facile dare un reddito che creare lavoro. Siamo pienamente d’accordo con il Ministro che è anche allineato con l’opinione di Papa Francesco che davanti ai lavoratori dell’ILVA di Genova ha sostenuto proprio la priorità di creare lavoro per un guadagno con dignità invece di erogare un reddito puramente assistenziale. Concordiamo ma questo va bene se si crea lavoro, se invece lavoro non ne esiste e la gente è alla povertà, in condizioni di enorme difficoltà, è più dignitoso avere un reddito di cittadinanza che essere costretti a sgattare nei bidoni dell’immondizia per procurare a se stessi e alla famiglia il cibo necessario.

About Isan Hydi

Scrivo news in tempo reale dall'Italia e dal mondo. Amo viaggiare e fare nuove esperienze. Qui troverai le mie news per tazebao news.

Check Also

sky motori 2019

Sky Sport toglie i veli alla stagione motori 2019: tutte le novità!

Difficilmente si è vista in televisione un’offerta così ricca di eventi e completa sotto ogni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, scrollando o navigando accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi